martedì 30 dicembre 2008

Irresponsabilità illogica


Ieri sera, 29 dicembre 2008 ore 20,00 (data e ora sono state scelte per favorire la più ampia partecipazione, come per l’incontro con la cittadinanza del 13 di agosto), il Consiglio comunale di Fumane ha votato (al decimo punto dell’ordine del giorno, ore 22.30 circa) la Convenzione tra Cementirossi Comune di Fumane e Comune di Marano di Valpolicella.

La Convenzione è una scrittura privata che regola i rapporti tra gli enti citati per l’attività del cementificio che ora viene rivista per “tenere in debita considerazione il contenuto dei progetti e degli studi… e le modifiche al piano di riassetto ambientale presentati da Cementirossi”.

Premono alcune osservazioni che lasciano amarezza e senso di abuso.

1) La Regione Veneto, che dovrà concedere le autorizzazioni all’ampliamento dell’attività, a detta del Sindaco chiedeva che gli enti coinvolti presentassaro un documento attestante le relazioni intercorse tra gli stessi.

Questo sembra sensato, se qualcuno deve decidere e controllare, chiede prima conto di quanto accaduto sino ad oggi.

La convenzione INVECE parte da una cronologia storica delle delibere che si sono susseguite negli anni, ma senza fermarsi rispettosamente, rilancia dettando anche le regole FUTURE, nonostante la Regione debba ancora pronunciarsi.

Infatti all’art. 1 si dice: “ Gli effetti della presente convenzione decorrono a partire dalla data di notifica della Delibera della Giunta Regionale del Veneto che si esprime in merito alla richiesta di rinnovo della concessione mineraria e al progetto … e avrà durata pari a quella stabilita nella medesima delibera della giunta regionale”.

Si deve tenere conto che agli articoli successivi si dettano le regole per:

  • Lavori di scavo e ripristino;
  • Modalità di scavo;
  • Riduzione dei rumori e delle polveri;
  • Infrastrutture;
  • Sorgenti e risorse idriche;
  • Turni di lavoro;
  • Condizioni economiche
  • Gestione delle aree;
  • Monitoraggi e controlli;
  • Ecc.

Signori, la delibera NON ESISTE, dettano le regole alla Regione, come dire: non decidere, RATIFICA!

Ora, a parte il fatto che una scrittura privata è annullabile se manca il termine da cui avrà effetto, ma vi sembra responsabile e logico firmare un documento basato su ciò che non esiste ?

2) Si riprende e rilancia all’art. 15 il totale NULLA OSTA e nulla OSTERA’: “ Le amministrazioni comunali si impegnano a confermare il parere favorevole in sede di Conferenza dei Servizi e a mantenere tale atteggiamento non intraprendendo azioni o provvedimenti ostativi alla normale e corretta attività estrattiva esercitata dall’Industria Cementi Giovanni Rossi S.p.A.”

Magnifico! Ma ci rendiamo conto che è una S.p.A. ? Chi ci assicura che una proprietà futura si comporterà sempre e comunque correttamente ?

Leggete bene chi deve fare i controlli, per esempio sulle sorgenti e risorse idriche !! C’è da sperare in un’azienda Kamikaze che vada contro i suoi interessi…..! Oppure all’art. 10 sui monitoraggi, sarà un tecnico nominato dai sindaci ma con potere di veto dell’azienda e pagato dal cementificio !

Moltissimo altro ci sarebbe da scrivere ma lasciamo il diletto a voi, tenete presente che il contratto non è stato vagliato da nessun legale.. e che per il nostro Comune la firma sarà quella di un tecnico … non del Sindaco..

Un plauso alla logica e alla responsabilità.

4 commenti:

Preokkupata ha detto...

Beh, cosa ci possiamo aspettare in questo paesetto devoto al denaro e privo di ogni altro valore? Girano in SUV, mostrano i loro ridicoli marchietti sui vestiti, invidiano il vicino e non si rendono conto di essere tutti schiavi..
Vorreste etica, logica, responsabilità a Fumane, laddove gli intrighi e le dinastie familiari prendono il sopravvento su tutto??

anto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
anto ha detto...

Sarebbe già buona cosa se gli amministratori si rendessero conto della loro "irresponsabilità illogica" nel gestire il bene pubblico (l'aria innanzitutto). Il problema è che quando ti confronti con loro ti rendi conto che sono profondamente convinti di applicare una logica e solo per questo hanno anche la superbia di applicarla IRRESPONSABILMENTE.

Auguro a tutti una buona fine d'anno, ma soprattutto un buon inizio che possa portare un po' di "lumière" nella testolina dei nostri amministratori.

Porthos ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.