lunedì 10 novembre 2008

Lezione di democrazia del sindaco Frapporti


Cito dall'odierno servile servizio del quotidiano locale sulla questione della trasformazione in inceneritore della CementiRossi:
"Per quanto riguarda la possibilità che il cementificio diventi un inceneritore, mi sembra che sia remota: non vi sono autorizzazioni date finora allo smaltimento di altri rifiuti, non si é ancora deciso nulla, quindi é inutile parlarne"
Non si é ancora deciso nulla, quindi é inutile parlarne?!?!?!
Grazie per il consiglio, signor sindaco; aspetteremo di parlarne quando le decisioni saranno giá prese e il nostro territorio, i nostri valori e il nostro futuro saranno irrimediabilmente compromessi.

18 commenti:

anto ha detto...

In effetti questa è una tra le tante cose non veritiere di questo articolo, tra cui l'ignoranza ostentata dall'intervistato relativamente al contenuto di delibere comunali dall'orientamento ben preciso.

corrado

schumi ha detto...

Salve,sono un dipendente della cementi rossi; prima di continuare un qualsiasi confronto è meglio che andiate a studiarvi bene che cos'è una cementeria e che cos'è un' inceneritore.Voglio ricordarvi comunque che l'Italia come paese appartenente alla comunità europea
è una delle ultime come sviluppo per lo smaltimento e riciclaggio dei rifiuti indipendentemente da quali essi siano.Ribadisco a gran voce che la cemenetria di fumane non potrà mai diventare un' inceneritore perchè è totalmente incompatibile con il ciclo produttivo del cemento.

desilvestris ha detto...

Schumi scusa ma come dipendente (visto che i cittadini Fumanesi non ne sono stati mai informati) dovresti sapere che la cementeria di Fumane ha già incenerito....
Le farine animali non sono state sicuramente bruciate nella stufa di casa mia!!!

Comitato Fumane Futura ha detto...

Ciao Schumi,
vai a guardare cosa é successo a Pederobba: http://www.lavitadelpopolo.it/numeri/336/daipaesi1.html
Segnalo che il settimanale "La vita del popolo" é l'organo della diocesi di Treviso, solo per non rischiare di venire accusati di terrorismo, come l'ultima volta.

schumi ha detto...

Ecco...........come sempre parlate per sentito dire

Comitato Fumane Futura ha detto...

Se un impianto che puó bruciare 5 tonnellate all'ORA di pneumatici e 6,3 di petcoke ti sembra un "sentito dire"...

schumi ha detto...

Almeno sai come vengono bruciate?

Comitato Fumane Futura ha detto...

Visto che tu ci lavori, lo sai sicuramente meglio di noi.. Spiegaci un po'..

Andrea

schumi ha detto...

egregio sig. Andrea con questa tua affermazione è chiaro e lampante che si continua a parlare e parlare per sentito dire.Bruciare........un termine che definisco improprio; le farine animali(che al momento non stiamo usando)e il petcoke sono materiali che vengono usati come combustibile e quindi vengono immessi nel forno, non come metti la legna nel camino per fare le braci, ma bensì iniettati tramite dei bruciatori con dei determinati flussi di aria forzata(data da dei ventilatori).Tutto il resto della combustione viene effettuata dalle temperature di esercizio che si generano nel forno.Le emissioni sono monitorate secondo per secondo e ci sono dei valori che non si possono altrepassare.Ritornando alle farine animali devi sapere che erano state tolte dal mercato,(principalmente venivano usate per la produzione di mangimi destinati a bestiame d'allevamento che poi ti ritrovavi a tavola sottoforma di bistecca o spezzatino)e l' unico sistema per distruggerle era bruciarle.Una legge del governo D'alema obbligava le cementerie d'Italia di farsi carico di questo problema.Dopo svariati studi effettuati da esperti si sono realizzati impianti per poter permettere di usare le farine animali come combustibile.Voglio ricordare che le farine al momento non sono più destinate alle cementerie, ma sono ritornate a far parte di un ciclo produttivo di tipo biologico(mangimi di tutti i tipi,fertilizzanti per piantagioni, concimi vari).Come ultimo pensiero volevo dire a tutti che come dipendente della cementeria e come cementeria abbiamo un abbligo altre che burocratico anche morale rispettare le leggi dello stato, vivere secondo lo spirito di libertà garantito dalla costituzione Italiana.Spero che piano piano iniziate anche voi a farlo, invece di contrastare tutto perchè lo sentite dire o perchè vi viene consigliato per secondi fini.

schumi ha detto...

p.s.visto che va di moda ed è utile per comunicare ho aperto anch'io un blog:
http://tirex-schumi.blogspot.com/


vi aspetto

anto ha detto...

Un grazie sincero, non ironico, a Schumi per la sua partecipazione a questo blog e la sua disponibilità al dialogo. Avere voglia di visitare il sito della controparte e di sostenere un confronto è qualcosa da apprezzare. Io purtroppo sono ignorante in materia, c'è solo un dato empirico che posso riportarti:io abito a fumane da 10 anni (e da immigrata sono orgogliosa di starci e invidio chi ha qui le sue radici)la mia casa è proprio sottovento rispetto al cementificio, io abito a fumane da 10 anni, ma è solo da due anni che quel venticello che d'estate la sera arrivava dal Corno e che sostituiva il migliore dei condizionatori, si è trasformato, certe sere, in qualcosa di puzzolente, un misto di odore di zolfo e cloro, è da lì che ho cominciato a chiedermi cosa stava succedendo e che cambiamento poteva esserci, visto che non c'erano notizie di modifiche all'impianto. Tutto qua, quindi, se si può fare qualcosa, pur mantenendo i posti di lavoro attuali, anzi migliorando la condizione dei Lavoratori, ben venga! Anzi il posto di lavoro è sacrosanto! Il problema è la Società per Azioni CementiRossi cosa vuol fare di noi di voi e del territorio?
Mi piace il tuo logo, per due motivi: associo la macchina, più che alla velocità, al viaggio e poi con schumi penso alla Germania... ed allora, scusa la fantasia, penso magari alla Francia e proprio alla Germania e mi dico, "questi sono anche più ricchi di noi eppure il loro territorio non è così devastato e gruvierizzato come in Italia - da Lampedusa e mi fermo a Rovereto, e penso Gomorra poteva essere pensato e raccontato solo in Italia..." Per farti un esempio basta pensare a una superstrada inutile come la Torino-Bardonecchia, adesso pressoché deserta, costruita qualche anno fa, perché la Fiat aveva deciso che doveva farsi, sembrava indispensabile, e adesso nessuno la usa ...come questa ristrutturazione, è veramente necessaria? L'impianto chiude davvero se rimane così come è (o era 2 anni fa) ? scusa la poca chiarezza, ma forse, anche qui senza ironia, tu puoi illminarmi.
Grazie.
PS Ti prego di credermi, non ho assolutamente secondi fini.

schumi ha detto...

Cara anto ringrazio te per la tua disponibilità, spero proprio che la cementeria non vada in chiusura perchè sarebbe un epilogo definirei drammatico per i loro lavoratori e rispettive famiglie.Posso solo dire che la cementeria fino a d' ora ha spesso molta della sua energia ed è pronta a metterne in campo ancora per la riuscita della modernizzazione degli impianti,ma voglio ricordarti e te lo dico più chiaramente che secondo me c' è qualcuno che per motivi politici ed economici,facendosi scudo con le associazioni, sta giocando un gioco sporco.

Kölsch ha detto...

In realtà temo che anche il cementificio stia giocando sporco, facendosi scudo di voi lavoratori per passare un "ammodernamento"/trasformazione in inceneritore che poi inevitabilmente comporterà anche una riduzione dei posti di lavoro..

schumi ha detto...

Kolsch, mi scuso per non averlo chiarito prima; meglio tardi che mai, che il confronto che ho avviato io personalmente e la presa di posizione dei dipendenti della cementiRossi di Fumane è del tutto volontaria.Nessun dirigente o propietario ci stà spingendo in questa controprotesta.Tutto questo lo facciamo, se non l'hai capito, perchè siamo stanchi di attacchi da parte vostra nel continuare a diffondere notizie false e oltretutto a ridicolizzare il nostro posto di lavoro.Se abbassiamo un pò i toni sono disposto a continuare questo confronto, altrimenti lascia perdere.Per tua informazione lunedì 17/11/2008, il personale della Cementirossi verrà rafforzato con altri due nuovi dipendenti.Alla faccia del ridimensionamento del personale

Comitato Fumane Futura ha detto...

Ciao Schumi,
sarebbe proprio il caso di abbassare i toni.. Nessuno di noi intende ridicolizzare il vostro posto di lavoro, peró l'appunto di Kölsch (entrambi estimatori dell'ex pilota Ferrari? :-)non é sciocca né offensiva: semplicemente illustra un'ipotesi..

schumi ha detto...

.........forse tutti avete letto l' articolo pubblicato sull' arena il 13/11/2008 che parla dell' assemblea che si è svolta in cementeria con un i dipendenti,le rappresentanze sindacali cgil,cisl,uil, ed io aggiungo le ditte esterne e gli autotrasportatori; mi dispiace dirlo ma ancora una volta, noi dipendenti siamo delusi dal modo in cui è stata descritta la nostra assemblea.Si parla in modo ingnobile di sicurezza: una cosa che facciamo tutti i giorni perchè è normale nel mondo di chi lavora,soprattutto se si è a contatto con impianti di questo tipo.La CementiRossi investe molto del suo capitale per la sicurezza del suo personale e non solo.Si parla ancora di inceneritore una cosa che ci dobbiamo dimenticare perchè la rimodernizzazione è basato sul ciclo di produzione di cemento a basso consumo di energia e materia prima.Si parla di investire sull' installazione di altre centraline per il controllo delle emissioni non sapendo che la cementeria usa già delle centraline che sono già al massimo della precisione (di più sul mercato non ci sono, centraline più precise sono in sperimentazione nelle università).L' unica cosa che rispecchia su quello che è stato discusso e che si è voluto approfondire il perchè c'è gente che continua ad insistere che la cementeria diventerà un inceneritore arrivando,lo ribadisco, a RIDICOLIZZARE il nostro posto di lavoro.Noi dipendenti abbiamo voluto che ci fosse presente e testimone il gioranalista, proprio perchè scrivesse quello che sentavamo, i nostri stati d' animo, le nostre ragioni e del perchè abbiamo, in modo unanime, intrapreso questa controprotesta.Behhh....... il giornalista c' era,ma non sono convinto che abbia capito cosa abbiamo detto noi dipendenti perchè dal mio punto di vista e dai miei colleghi ci sentiamo ridicolizzati ancora; per questo comunque non molleremo mai perchè il lavoro è un diritto e un dovere garantito dalla Costituzione Italiana.

Kölsch ha detto...

Schumi, ma va a..
Chi ti credi di fregare?! A te ti deve pagare il cementificio, perchè non posso credere che un operaio ceda anche il suo cervello, quando firma il contratto di lavoro! Lo sappiamo tutti benissimo che CementiRossi non ci penserebbe due volte a mollarvi in mezzo ad una strada se l'impianto non si trasforma in un più redditizio INCENERITORE!
Ma cosa lo dico a fare a uno che per quattro soldi è disposto a vendere la sua TerraMadre

anto ha detto...

Schumi, penso che sia importante a volte farsi delle domande, avere dei dubbi. La nostra Costituzione rappresenta i valori fondanti della nostra democrazia, speriamo che non ci tolgano anche quella ... ricordiamo oltre all'art. 1, l'articolo 4 così recita:

"La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società." ...lo ripeto "che concorra al progresso materiale o spirituale della società".
Schumi sei persona troppo intelligente per ragionare per slogan. Dovresti essere un pochino più permeabile a quello che dicono i tuoi interlocutori, nella fattispecie la sottoscritta. Come ti ho già detto, i dubbi, tutti miei, sull'igiene dell'attività del cementificio mi son venuti solo da due anni, da quando il mio olfatto ha potuto apprezzare strani effluvi notturni, prima di allora non avevo mai sentito nulla! o è cambiato il mio olfatto o il Cementificio brucia qualcosa di diverso, e guarda caso a notte fonda. Ma tu anziché dirmi che siamo manipolati, etc. dammi veramente qualche spiegazione anche rassicurante su questo...
Mais ... Schumì, tu n'es pas un ouvrier ...